Popultainment

A fine gennaio Conte sosteneva che l’Italia era già pronta per il Covid. Restando appiattito sulla linea del regime cinese, l’Italia ha per i primi mesi del 2020 fatto finta di nulla, o quasi. Oggi che la pandemia è grave, Conte si è scoperto decisionista e, scavalcando il Parlamento, sta giocando coi decreti d’urgenza, che …

Un’emergenza, è per sempre

Il turbinio di decreti, lo scavalcamento del Parlamento, la spinta dei governatori regionali, lo strapotere di Confindustria. Nonostante in questo periodo di crisi Covid19, Conte stia viaggiando su percentuali di gradimento enormi (fenomeno logico in situazioni del genere), i nodi politici rischiano di venire al pettine, in ogni modo. Se Meloni e Salvini attaccano Conte, …

La politica ai tempi del COVID

La soluzione al dilemma la fornisce Matteo Renzi: “Trasformiamo la crisi in un’opportunità”. Per questa classe politica effettivamente l’epidemia si sta rivelando un’occasione importante. Ponendo di lato i malus derivanti dalla catastrofe, che è globale, risulta evidente come alcuni processi potrebbero risultare favorevoli, e non di poco, ai partiti politici e ai leader in gioco. …

Elezioni e saldi di stagione. Eterno ritorno agli anni ’90

Il 2020 sembra promettere una nuova scoppiettante fase politica, con le dimissioni di Luigi Di Maio e il tracollo del M5S in Emilia Romagna e in Calabria, lo sfacelo di Roma con Virginia Raggi, la mancanza di una visione politica omogenea: all’interno di un movimento/partito sempre più balcanizzato si giocano effettivamente le sorti del governo. …

I punti della crisi

L’ascesa di Conte sembra irrefrenabile. Di Maio paga l’inesperienza. Questi sono alcuni dei refrain più gettonati degli ultimi giorni. Non è così: intanto Di Maio sta ancora trattando con il PD, sul programma, sulle poltrone, su tutto. Può farlo da una posizione di forza,da capo politico con le spalle sufficientemente coperte: nero su bianco, i …

Un’estate italiana: crisi politica e popultainment

Scrivevo a giugno: un’estate fa, il goveno di noi due. L’incipit a distanza di pochi mesi si è rivelato decisamente azzeccato, vale la pena ripeterlo pari pari. Ripartiamo dall’estate di Salvini, iniziata con lo scontro polarizzante con Carola Rackete, una vera fortuna per la sua macchina della propaganda, e proseguita col beach tour al Papeete, …

La morte dei miracoli: psychoGrillo, Di Maio e il televoto per l’Europa

Facciamo un recap di questi ultimi mesi. Lo scenario non è troppo complesso: Salvini avanza a passi decisi, il suo impegno nel contratto di governo gli consente di giocare su tavoli facili (panico sicuritario, xenofobia, razzismo, nazionalismo), dove può massimizzare il risultato con pochissimo impegno. In retrovia, l’ossatura della Lega (ex Nord), il partito più …

Lettera aperta a Mentana su un governo impresentabile

Direttore Mentana, lei è un professionista serio ed è una fortuna in questo paese dove l’informazione sembra una guerra tra bande. La sua lettera all’onorevole Di Maio, contiene parole molto significative: “Liberi il suo gruppo senatoriale e il M5s da questa squalificata compagnia, e da idee ripugnanti che da decenni non si associavano più a …